Confronti: Extremely Loud & Incredibly Close – Jonathan Safran Foer / La vie devant soi – Romain Gary

Due romanzi a confronto: uno è Exteremely Loud & Incredibly Close (2005) dell'americano Jonathan Safran Foer e l'altro è La vie devant soi (1975) dello scrittore francese di origine lituana Romain Gary (pseudonimo, insieme a Émile Ajar, di Romain Kacew). A legare questi due libri è innanzitutto una coincidenza, una nota biografica: entrambi gli autori … Continue reading Confronti: Extremely Loud & Incredibly Close – Jonathan Safran Foer / La vie devant soi – Romain Gary

Il gusto proibito dello zenzero – Jamie Ford

"Lui l'aveva imparato tanto tempo prima: la famiglia non ha niente a che vedere con la perfezione." "Henry stava imparando che il tempo della separazione finiva per creare distanza, più che le montagne e la differenza di fuso orario. Una distanza vera, quella che fa stare male e induce a smettere di farsi domande. Una … Continue reading Il gusto proibito dello zenzero – Jamie Ford

Il ristorante dell’amore ritrovato – Ito Ogawa

Una piacevole lettura sull'amore e sulla cucina ma anche sulle relazioni familiari e l'amicizia. Abbandonata e derubata di tutti i suoi risparmi dal fidanzato, Ringo non rinuncia al sogno di aprire un ristorante. Lascia dunque Tokyo e torna al villaggio in cui è nata e dove vive ancora la madre con la quale però Ringo … Continue reading Il ristorante dell’amore ritrovato – Ito Ogawa

Memorie di una geisha – Arthur Golden

Diventare una geisha poteva rappresentare una grande fortuna o una terribile condanna: se da un lato ciò permetteva a giovani donne di costruirsi un futuro quando sembrava che non ce ne fosse uno, dall'altro le costringeva ben presto a una vita di servilismo nei confronti degli uomini. Non solo il loro unico scopo era piacere agli uomini e procurare … Continue reading Memorie di una geisha – Arthur Golden

L’écume des jours – Boris Vian

Aspettandomi un racconto romantico e realistico dell'età del jazz, scoprire che si trattava di una storia del tutto inusuale, a metà tra la fantascienza e la tragedia, mi ha lasciata sgomenta. Certo, è stato un mio errore non informarmi preventivamente sulla natura letteraria di quest'opera che, peraltro, sin dall'inizio è cosparsa di indizi sulla distanza della narrazione … Continue reading L’écume des jours – Boris Vian

La casa degli spiriti – Isabel Allende

La casa degli spiriti (1983) è il romanzo debutto della scrittrice cilena Isabel Allende la quale aveva lavorato negli anni precedenti come giornalista. Il romanzo segue le vicende d'una ricca famiglia cilena le cui vite si intrecciano e si scontrano sullo sfondo degli eventi storici del Cile del XX secolo. Quello che inizialmente sembra un felice … Continue reading La casa degli spiriti – Isabel Allende

La délicatesse – David Foenkinos

La délicatesse narra una storia d'amore (forse due, forse tre) delicata e soprattutto non convenzionale. In realtà, nessuna delle storie d'amore di Nathalie, protagonista del romanzo, è comune. Soprattutto non aspettatevi la classica coppia bella donna-bell'uomo: la bellezza esteriore (almeno per Markus, svedese poco affascinante ma delicato) non conta. Il romanzo è immerso in un'atmosfera carica … Continue reading La délicatesse – David Foenkinos

Jules e Jim – Henri-Pierre Roché

La narrazione è rapida, come una serie di didascalie messe insieme o un racconto a voce. La passione amorosa che unisce e divide Jim e Kathe è energica, violenta, straziante, malata, estrema, speciale. Jules, invece, nutre per Kathe un amore platonico: non ama lei ma l'idea di lei e del suo amore per lui. Quando … Continue reading Jules e Jim – Henri-Pierre Roché

Norwegian Wood. Tokyo Blues – Murakami Haruki

Norwegian Wood. Tokyo Blues: il titolo e il sottotitolo esprimono immediatamente la dimensione dominante del romanzo che è una dimensione malinconia, nostalgica. Si tratta, infatti, di una storia d'amore in cui i personaggi sono continuamente divisi tra due mondi: il "mondo di qua", cioè il mondo reale, la vita, e il "mondo di là", cioè il … Continue reading Norwegian Wood. Tokyo Blues – Murakami Haruki